Come si stimolano i commenti sui blog?


L’estinzione dei commenti sui blog può essere arginata tramite delle buone call to action, un buon blogger deve stimolare i suoi lettori!

Recentemente un articolo di Nicola Carmignani pubblicato su Wired ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori. Il titolo, infatti è un po’ altisonante (“i commenti dei blog sono morti e non è solo colpa dei social network“).

In realtà, questo titolo rispecchia perfettamente la situazione dei commenti sui blog, che diminuiscono a vista d’occhio. Secondo l’autore dell’ormai noto articolo, la colpa di tutto questo sarebbe da attribuirsi ai social network, che danno ai lettori tante di quelle possibilità, che il caro vecchio commento direttamente sul blog sta diventando ormai vecchio e obsoleto.

Ogni utente ha infatti l’imbarazzo della scelta tra i vari social: Facebook, Twitter, Google Plus e gli altri che però seguono a distanza.

Secondo la modesta opinione di chi vi sta “scrivendo”, i commenti sono spariti soltanto dai blog che non sono in grado realmente di attirare l’attenzione e di stimolare il lettore a creare un’interazione.

L’estinzione dei commenti nei blog può essere arginata tramite delle buone call to action, un buon blogger, deve infatti stimolare i suoi lettori tramite degli inviti a dire la propria opinione sugli argomenti trattati, l’articolo, deve essere quasi lasciato aperto alle considerazioni personali.

La gente odia chi dà verità assolute, nessuno ha delle verità assolute su nessun argomento, per questo, si deve dare spazio ai fruitori dei nostri contenuti di essere o non essere d’accordo con quanto stiamo affermando.

E tu, cosa ne pensi? I commenti sui blog sono davvero “morti” o semplicemente i blogger non sanno più creare delle interazioni con i propri lettori?

Questo articolo ti è piaciuto? Votalo!
[Voti totali: 1 - Voto medio: 5]

Send this to friend