Blogging: crea il profilo del tuo lettore tipo


Creare un blog di successo è un’impresa titanica e creare il profilo del lettore tipo, altrimenti detto “persona”, è uno dei passi più importanti per capire che tipo di contenuti creare, in base a chi dovrà leggerli, mantenendo così una strategia editoriale uniforme e con degli obiettivi ben definiti.

Con questo articolo, continua la nostra disamina di ogni punto del mio personale vademecum per creare un blog di successo. Nel post precedente ti ho parlato di quello che ritengo lo step più importante per porre le fondamenta per un blog che raggiunge gli obiettivi e cioè scegliere l’argomento giusto.

Dopo avere scelto l’argomento giusto, dunque, bisogna delineare il profilo del nostro lettore tipo: a quale fascia di età ti rivolgi? Ti rivolgi a professionisti affermati del tuo settore o a principianti alle prime armi? Il tuo è un pubblico maschile o femminile (ti assicuro che non è affatto la stessa cosa)?

Rispondere a queste domande è di fondamentale importanza per capire cosa i lettori si aspettano di trovare sul tuo blog.

Cosa si aspettano di trovare sul tuo blog i lettori?

Quando un utente arriva su un blog, si aspetta di trovare un certo tipo di contenuto, si aspetta delle risposte esaurienti alle sue domande, insomma, vuole che tu risolva tutti i suoi problemi! Se io curo un blog di cucina, il mio pubblico sarà quasi sicuramente per la maggior parte femminile, non posso alzarmi una mattina e pubblicare la recensione di un sito di poker online, no?

Quello che ho appena fatto è un esempio un po’ esagerato ma ti assicuro che i tuoi lettori si accorgeranno subito quando esci fuori dal tuo topic di riferimento, quando tratti temi non attinenti al tuo blog, insomma, come ho scritto nel precedente post, scegliti una nicchia e diventa il migliore, chi vuole fare tutto, non riesce a fare nulla!

Il segreto di Aranzulla

Come avrai capito, intercettare le esigenze del tuo pubblico è di fondamentale importanza per il successo del tuo blog e questo è uno dei fattori principali che hanno determinato il successo del divulgatore informatico (come si definisce lui stesso) più famoso e chiacchierato d’Italia, Salvatore Aranzulla.

Recentemente, alcuni dei migliori blogger, SEO e chiunque abbia voluto esprimere la propria opinione su questo argomento, hanno dedicato decine di articoli per analizzare questo “fenomeno” sotto tutti i punti di vista.

Io, adesso, ti consiglierò qualche articolo che analizza proprio il “caso Aranzulla”. Il denominatore comune che emerge da tutti questi articoli è che Aranzulla ha saputo individuare in modo impeccabile le domande che l’utente medio di internet si pone ogni giorno, rispondendo a queste domande con articoli apparentemente banali, ma che in realtà sono proprio quello che il suo pubblico vuole.

Tra i post che ti consiglio su questo argomento, quello del solito Riccardo Esposito è tra quelli che mi sono piaciuti di più e parla dei fattori che hanno determinato il successo di Aranzulla e di tutti i grandi blogger. Prima di My Social Web, l’argomento è stato trattato anche da Francesco Margherita su SeoGarden, che ha analizzato la SEO di Aranzulla, e da Davide Pozzi sul TagliaBlog che invece ha pubblicato una sua intervista.

Questi sono soltanto alcuni degli articoli che nelle ultime settimane hanno provato ad esaminare il segreto del successo di Salvatore Aranzulla, secondo me i più autorevoli. Quello che comunque emerge è che (oltre al tanto discusso trust di Virgilio) il vero merito dell’invasore delle “How to SERP” (non so se questo termine esiste oppure ho appena inventato un neologismo 🙂 ) è quello di essere riuscito a capire con precisione a quale pubblico si rivolge e cosa questo pubblico si aspetta dal suo blog. Questo è quello che conta e negli ultimi tempi credo che il mondo del web lo abbia capito, qualche mese fa, infatti, leggevo in giro per i blog e i gruppi su Facebook molte più critiche rivolte ad Aranzulla. Adesso, anche i più affermati SEO, sono stati costretti ad ammettere che nonostante alcuni post siano di una banalità sconvolgente (vedi “Come cancellare cartelle vuote”) il suo successo è dato dal fatto di aver saputo dare risposte esaurienti a domande che seppur ridicole in alcuni casi (concedetemi il termine ma lo sono), sono i veri interrogativi che i “non nativi digitali” si pongono quotidianamente.

Ma come si crea il profilo del lettore tipo?

Abbiamo capito che questo passo è molto importante per programmare una strategia editoriale con degli obiettivi ben definiti, ma come si crea il profilo di un potenziale lettore?

Ecco quattro consigli che fanno al caso tuo:

  • Dividi i lettori in segmenti ben precisi, in base ai loro interessi;
  • Cerca di capire quali sono le necessità di ogni segmento di pubblico;
  • Usa le informazioni raccolte per creare dei profili, specificando età, sesso, grado di istruzione, lavoro e grado di preparazione riguardo all’argomento che tratterai sul blog;
  • Crea contenuti specifici per i “personas” di cui hai appena delineato gli identikit.

Delinea l’identikit del tuo lettore e basati su di esso

Adesso che abbiamo i nostri bei profili, cosa facciamo?

Dopo aver individuato a chi ti rivolgi, immedesimati in lui e poniti le sue stesse domande, le risposte a queste domande dovranno essere le pietre miliari sulle quali dovrai fondare il tuo blog e il suo piano editoriale. Dovrai basarti su di esse, dovrai riuscire a sviscerarle e ad analizzarle minuziosamente, fornendo a chi ti legge tutte le informazioni che cerca e le risorse utili che trasformeranno un lettore occasionale nel tuo lettore migliore, determinando quindi il tuo successo e quello del tuo blog.

Il passo seguente per creare un blog di successo è stabilire gli obiettivi che si vogliono raggiungere, ma di questo parlerò nel prossimo articolo. Non ti resta che continuare a seguirmi 😉 .

Dimmi la tua opinione

E tu cosa ne pensi? Secondo te è davvero così importante capire qual è il nostro pubblico e cercare di rispondere alle sue domande? Dimmelo nei commenti e sarò felice di discuterne con te.

Ti aspetto qui per le mie prossime pubblicazioni che parleranno degli altri step da seguire per creare un blog di successo!

Questo articolo ti è piaciuto? Votalo!
[Voti totali: 1 - Voto medio: 5]

Send this to friend